IL PREMIO

edizione 2020

Il premio “Giuditta” nasce per incentivare e promuovere i valori di cultura, solidarietà e impegno al femminile nell’ottica di valorizzare l’impegno culturale “rosa”, troppo spesso ignorato dai media.
Vengono assegnati due riconoscimenti a opere di non fiction - saggi, biografie, mémoires di maggiore impatto e originalità pervenuti a “Giuditta” - entro e non oltre il giovedì 31/01/2020 pubblicati entro 31/12/2019.

I premi verranno assegnati ad una scrittrice già nota e ad una esordiente meritevole: il premio alla esordiente verrà attribuito dalla giuria delle studentesse universitarie della Università del Piemonte Orientale sulla base di una preselezione operata dalla giuria. Questo per incrementare il lavoro di pubblicazione delle esordienti, spesso ignorato dalla critica e dare loro riconoscimento e visibilità anche grazie a un voto giovanile, sempre al femminile.

Giuditta definisce in euro 1.000 il primo premio e in euro 1.000 il secondo. I due premi hanno carattere di parità. Non esiste, quindi, una vincitrice in assoluto. Ve ne saranno due, una per categoria. Il terzo premio, di euro 1.000, aggiunto dalla scorsa edizione grazie alla sponsorizzazione della azienda Ricola, verrà attribuito da quest’anno a una opera di fiction, sempre indicata dalla votazione della giuria.

La giuria è composta da un numero minimo e variabile di persone (Luisa Ciuni, Monica Triglia, Elena Mora, Tiziana Ferrario, Nicoletta Sipos, Paola Dossena (socia fondatrice associazione Giudita). Presidente di giuria Luisa Ciuni) che si assumono l’impegno di leggere, giudicare e redigere schede dei volumi in esame.